Mandei (o Cristiani di San Giovanni)


I Mandei, chiamati anche volgarmente cristiani di San Giovanni pur essendo molto distanti dalla religione cristiana, sono i seguaci di una antica religione gnostica: indossano vestiti di lino bianco, venerano Giovanni Battista quale loro profeta principale e considerano il battesimo il loro sacramento più importante.

Nella loro dottrina distinguono il Gesù terreno (Ishu Mshiha), considerato un impostore e smascherato dall'angelo Anosh Uthrà, dal Cristo spirituale, il Manda d-Haiyê, battezzato la prima volta da Iuhana Masbana (Giovanni Battista) nel Giordano. 

Sostengono che Abramo e Mosè erano "falsi profeti" e considerano che lo Spirito Santo, noto come Ruha d-Qudsha nel Talmud, sia un essere malvagio.
Allo stesso modo, affermano che Gesù era un "falso messia" (kdaba mšiha), avendo corrotto gli insegnamenti a lui affidati da Giovanni Battista, evocando il male e l'inganno nel mondo: Doc 1158

Sembra siano identificabili con i Nazareni (o meglio Nazorei), di cui Epifanio afferma: "Essi consideravano un sacrilegio mangiare carne o fare sacrifici con essa. Affermavano che i nostri Libri sono delle falsità, e che nessuno dei costumi che essi affermano sono stati istituiti dai padri. Questa era la differenza tra i Nazareni e gli altri."

I Mandei sono proprio i testimoni ancora viventi della mistificazione avvenuta quasi venti secoli fa, nella forma da noi riscritta in tutte le ricerche proposte.

Mac 

Per proseguire suggeriamo la lettura sul Giovanni Battista, il vero messia.

Maggiori info su: