Volume II


Le pagine pubblicate in questo libro contengono le prime ricerche sulla religione sviluppate in due anni, precisamente dall’agosto del 2002 a quello del 2004.


Quando, all’epoca, cominciai ad occuparmi di religione non mi sarei aspettato che quello era solo l’inizio di un percorso che, alla data odierna, rimane ancora molto prolifico e senza che ne abbia intravisto la fine.


Questo è dovuto essenzialmente al fatto che gli studi sull’origine della religione devono abbracciare un arco temporale almeno pari a quello in cui l’uomo cominciò ad organizzarsi socialmente e comparirono le prime forme di trasmissione della cultura. Forme che conobbero una stilizzazione di livello superiore con l’invenzione della scrittura.

Da quelle culture antiche sono arrivate le prime testimonianze sulle divinità, questi esseri sulla cui esistenza e consistenza continuiamo a porci domande ancora oggi e chissà per quanto tempo nel futuro.

Dal mio punto di vista alcune domande hanno ormai una risposta convincente, per giungere alla quale ho dovuto percorrere però strade che apparentemente sembravano non c’entrare con gli studi religiosi. Queste strade sono contenute nel Volume I e sono studi sviluppati quasi in contemporanea con quelli contenuti in questo libro.


All’epoca avevo intuito che vi sono questioni sociali che diedero impulso all’invenzione delle divinità. Questa invenzione trovò poi modo di perpetuarsi nel tempo sfruttando un’abilità particolare di cui l’uomo sembra essere il miglior depositario su questa Terra: la menzogna.


Per questo, parallelamente agli studi sulla nascita del culto della divinità, ho sviluppato anche quelli antropologici (abbinati a quelli urbanistici ed economici) e, soprattutto, quelli sulla conoscenza. Perché è proprio nella trasmissione delle informazioni che s’insinua la menzogna, il cui fine principe è quello di collocare la falsità al posto della verità.

Quello che cerco di dimostrare nei miei studi è che la religione, intesa come culto della divinità, è diventata col tempo un emblematico esempio di come la menzogna sia utilizzata per cambiare le notizie del presente ma anche del passato.

Se questo non è manifesto ai più, altrettanto non era evidente per me quando iniziai gli studi contenuti in questo volume. Né tanto meno immaginavo che la vicenda di Gesù fosse così intrisa di falsità da meritare una sua profonda rilettura che assorbe ancora oggi molta della mia curiosità.

Riassumendo, le pagine contenute in questo libro iniziano chiarendo l’origine della religione che interessa la nostra società cosiddetta occidentale. Continuano poi proponendo i primi studi sulla vicenda di Gesù, chiudendosi, si fa per dire, sulla scoperta che ha aperto più di tutte gli occhi sul I secolo della nostra epoca: l’interpretazione storica dell’Apocalisse.

La rilettura di questo famoso scritto è oggetto ancora oggi da parte mia di miglioramenti ed integrazioni, a dimostrazione di quanto sia stata fondamentale l’intuizione che tutte le figure allegoriche rappresentate da Giovanni nascondevano personaggi e vicende dell’epoca.

Dopo tutti questi anni di ricerche, ho la presunzione di ritenere che nessun studio sulla religione potrà più prescindere dalle risposte e le questioni contenute nelle pagine che seguono.

Per acquistare il libro è sufficiente andare a questa pagina DEI RICCHI – VOLUME II oppure rivolgersi ad una qualsiasi libreria Feltrinelli.
Ora è disponibile anche l'ebook nel nostro account Scribd.

Buona lettura.
Mac