Classi sociali nella Bibbia: figli di dio e figli dell'uomo


Abbiamo analizzato nei passi dell'AT e nel NT le diciture "figlio di Dio" e "figlio dell'uomo". Secondo quanto emerge dalla Genesi, e in concordanza con i testi sumerici, vi era una contrapposizione sociale tra le due definizioni: figli di Dio erano i Signori, figli dell'uomo il popolo sottomesso.

Chi sono i 'figli di Dio' e le 'figlie degli uomini' della Bibbia?

Ciò che non concorda è la presenza nel NT della dizione 'figlio dell'uomo' ad indicare Gesù: viene, infatti, accusato di farsi "figlio di Dio" e cacciato per questo dagli stessi ebrei; non risponde agli apostoli se si definisce "figlio dell'uomo"; sotto processo da Pilato conferma di essere Re.

Gesù si dichiarava “figlio di Dio” o “figlio dell'uomo”?

Gesù principe figlio di re: Doc 307 e Doc 308.

Perché troviamo la dizione 'Figlio dell'uomo' nei Vangeli? Doc 816.

Gesù accusato di proclamarsi 'Figlio di Dio': Doc 817 e Doc 818.

Gesù che nega o proclama la propria natura divina: Doc 819.

Tirando le somme, a nostro avviso i redattori dei Vangeli hanno sostituito la dicitura "figlio di Dio" propria di Gesù quale regnante, con "figlio dell'uomo" in modo da sviare il lettore e far perdere le tracce del reale significato. Tra l'altro proprio nelle beatitudini, i fedeli (figli dell'uomo) vengono rincuorati perché dopo una vita di stenti e soprusi, potranno diventare essi stessi "figli di Dio". In un'altra vita però, non in questa.

Mac